Prezzi Lorenzo
2019/3, p. 1
Tre i guadagni più evidenti dell’incontro sugli abusi: la Chiesa come agente attivo mondiale nella lotta per i piccoli; la credibile richiesta di normative etiche per il web; la condivisione di atteggiamenti, mezzi e procedure in tutte le Chiese locali. Il ruolo dei religiosi e delle religiose.
Cabra Piergiordano
2019/3, p. 4
Quaresima, tempo di un serio esame di coscienza personale e comunitario: “Siamo ancora cristiani cattolici, in questa società in cui il Dio di Gesù Cristo sembra contare sempre di meno?” Sei cristiano se metti al primo posto Dio e non altri idoli, quali il denaro, il sesso, il potere. Sei cristiano se rispetti e aiuti il tuo prossimo, creando fraternità. Il che non è mai stato facile. Neppure nella vita consacrata. Nella storia della Chiesa, nei momenti di particolare difficoltà, il Signore ha suscitato delle guide che hanno aiutato il popolo cristiano a fare le scelte necessarie per non smarrirsi.
Consiglio e Segretariato generale della formazione
2019/3, p. 5
Il tema è stato scelto per l’attuazione del XVIII Capitolo generale e Programmazione delle attività per quest’anno 2019. È un tema molto importante, per questo deve essere oggetto di formazione permanente.
Perry Michael A.
2019/3, p. 8
Oggi commemoriamo l’anniversario degli 800 anni dei Santi Martiri di Marrakech, primi martiri dell’Ordine dei Frati Minori. Lo zelo ardente per il Vangelo e la speranza di trasmettere la Buona Novella di Gesù Cristo, dell’amore e della misericordia di Dio per il mondo e per ogni singola persona umana, sono stati il fulcro della missione intrapresa da questi cinque Frati dell’Ordine. Sappiamo che la loro morte ha ispirato molti giovani a unirsi all’Ordine.
Mastrofini Fabrizio
2019/3, p. 9
La visita ha costituito un importante punto di contatto con i musulmani sunniti, il cui leader è il Grande imam della moschea di Al-Azhar al Cairo, in Egitto. «Volere la pace, promuovere la pace, essere strumenti di pace: siamo qui per questo», ha detto il Papa.
Schidelko Johannes
2019/3, p. 11
Matthias Türk (1956), sacerdote della diocesi di Wüzburg, è stato dal 1999 responsabile nel Consiglio per l’unità dei cristiani. Ora, giunto al termine del suo incarico, traccia in questa intervista un bilancio di ciò che è avvenuto in questi vent’anni e come ha vissuto il cammino ecumenico accanto a tre diversi pontefici.
Gellini Anna Maria
2019/3, p. 13
Mas Joaquim Erra
2019/3, p. 14
Ci siamo chiesti, come vuole oggi il Signore, “dove stiamo” e “dove dovremmo stare”, “cosa facciamo” e “cosa dovremmo fare”, per continuare a portare l’ospitalità di san Giovanni di Dio nel nostro mondo?
Artime Ángel Fernández
2019/3, p. 16
Miei cari confratelli: sono appena arrivato a Roma, Sacro Cuore, direttamente dall’Irlanda, dove ho concluso la visita all’Ispettoria “San Patrizio” con sede a Dublino, e subito mi metto in comunicazione con tutti voi. Lo faccio per la dolorosissima notizia ricevuta alcune ore fa, la notte scorsa, quando ci hanno informato che il nostro confratello missionario salesiano Antonio César Fernández, missionario in Africa dal 1982, è stato assassinato ieri, alle ore 15:00 locali, con 3 colpi di arma da fuoco, durante un attacco jihadista avvenuto a quaranta chilometri dalla frontiera sud del Burkina Faso.
Ferrari Matteo
2019/3, p. 17
La bellezza della liturgia non è lo sfarzo, non è una bellezza “forte”, che si impone, ma la “debole bellezza” delle cose semplici.
Zanirato Cesare
2019/3, p. 19
La ragione non si abitua mai ai distacchi repentini, improvvisi, inaspettati. Potrei anzi affermare che la ragione in sé si ribella, soprattutto di fronte alla morte, e ancor di più di fronte alla morte di una persona cara che faceva parte del quotidiano vivere, alla quale si era legati più da affetti amicali e filiali che da rapporti di lavoro. Se qualche consolazione può soccorrere però tale disorientamento, questa può venire unicamente dalla fede. E ciò è tanto più doveroso nei tuoi confronti, caro p. Giuliano, che della Libreria Áncora di via della Conciliazione a Roma avevi fatto da anni lo scopo della tua vita religiosa, eleggendola quasi a “parrocchia” per la tua missione pastorale ed evangelizzatrice, luogo in cui incarnare concretamente la tua vita di fede.
Casiraghi Antonella
2019/3, p. 20
Fin dagli inizi della nostra storia abbiamo evitato di andare dietro a ideologie, semplicemente cercando un modello di vita secondo il vangelo. Il nostro obiettivo è stato ed è quello di condurre seriamente una vita umana cercando di farne un’opera d’arte.
Chiaro Mario
2019/3, p. 23
I consultori familiari si concepiscono come la locanda a cui il soccorritore affida le persone. Ma, affinché questi organismi divengano questa “locanda dell’amore ferito” occorre gettare ponti tra parrocchia e territorio e ridare parole alla famiglia.
Mengoli Giovanni
2019/3, p. 24
L’applicazione del Decreto Sicurezza, ormai legge dello Stato da dicembre 2018, assieme alla recente uscita dei bandi delle Prefetture per la gestione dei Centri di Accoglienza Straordinaria (CAS), pone la cooperazione sociale, che fino ad oggi ha gestito i CAS accompagnata dall’accusa strisciante di lucrare sull’accoglienza, davanti alla scelta se partecipare o meno alle nuove gare prefettizie. Come ampiamente preannunciato dal Ministro dell’Interno i nuovi capitolati ribassano le tariffe dell’accoglienza limitandosi a riconoscere poco più che il vitto e l’alloggio: 19 € pro capite pro die.
La Mela Maria Cecilia
2019/3, p. 26
Non si può capire davvero cosa sia la vita cristiana se non si torna a un’autenticità di fondo nell’esperienza del proprio cuore. Bisogna imparare a dire la verità a se stessi e a Dio.
Gellini Anna Maria
2019/3, p. 29
La XXIII° giornata della vita consacrata ha dato occasione ai Vescovi delle diverse diocesi italiane di riflettere sul significato della vita religiosa nella Chiesa e nel mondo di oggi. Giorno di gratitudine e di lode per quanto Dio continua ad operare nelle diverse stagioni della vita consacrata.
Dall'Osto Antonio
2019/3, p. 31
Il 14 gennaio scorso è stato inaugurato il primo tempio in Italia dedicato ai seguaci del culto della “Chiesa di Gesù Cristo dei santi degli ultimi giorni”, meglio conosciuti come mormoni. Si tratta del 162° edificio di questo gruppo religioso nel mondo, il dodicesimo in Europa.
Cozza Rino
2019/3, p. 34
Occorre cercare per sé una figura storica più congruente con l’odierno orizzonte umano dell’esperienza, perché l’attuale non è più in tutto comprensibile nelle sue motivazioni e scelte apostoliche.
Gellini Anna Maria
2019/3, p. 35
Dall'Osto Antonio
2019/3, p. 37
Belgio:Eutanasia anche per i minori Stati Uniti: Le nuove vocazioni alla vita religiosa I Vescovi dell'Europa:I robot non sono uomini
Lozano Enrique Martínez
2019/3, p. 39
La fonte della Vita — tutto con lettere maiuscole — è Amore e Gioia. È fatta così la mia relazione con Dio? Se è Amore e Gioia, devono essere godute... ne godo? Se quando pensi a Dio non sorridi, a quale Dio stai pensando? Quando senti la parola «Dio», cosa nasce dentro di te? Che corda risuona nel tuo intimo? Una formazione eccessivamente dottrinale ci ha fatto perdere delle esperienze bibliche importanti come quella del Salmo 34: «Gustate e vedete com’è buono il Signore», o quella del Salmo 84: «Il mio cuore e la mia carne esultano nel Dio vivente».
Prezzi Lorenzo
2019/3, p. 40
Relazione tenuta da p. Lorenzo Prezzi, direttore di “Testimoni”, all’assemblea dei religiosi/e di Bologna, il 2 febbraio, in occasione della giornata della vita consacrata.
Gellini Anna Maria
2019/3, p. 46
Padre Stefano Zamboni, docente di teologia morale all’accademia Alfonsiana e alla Pontificia Facoltà Marianum di Roma, propone una interessante riflessione sulla vita morale, nell’intento di farla riscoprire come «un’avventura avvincente in cui si mette in gioco il senso della propria vita e della testimonianza a Dio». Partendo dalla domanda del giovane ricco che chiede a Gesù che cosa deve fare per avere la vita eterna, il percorso si snoda in varie tappe che portano dal rispetto di una legge per la vita, alla consapevolezza di avere in dono una vita da figli, comprensibile solo alla luce dell’alleanza di Dio con l’uomo.
Gellini Anna Maria
2019/3, p. 47
Sacerdote e psicoterapeuta, Lozano propone percorsi e strumenti concreti per giungere alla realizzazione dell’esperienza spirituale e per riconciliarsi con una ricerca spirituale che, piuttosto che sforzi eroici, richiede il consenso a una presenza salvifica e amorevole che ci viene donata gratuitamente. C’è un costante riferimento al distacco, all’abbandonarsi, all’umiltà e alla necessità dell’amore del prossimo come atteggiamenti fondamentali
Gellini Anna Maria
2019/3, p. 47
Presentazione

Negli anni recenti abbiamo sentito spesso ripetere l’invito: «Vita consacrata, alzati!». Dopo l’Anno ad essa dedicato e il dono dell’Anno giubilare della misericordia, i consacrati si mettono ora in cammino con rinnovata fiducia. E lo fanno, a cinquant’anni dal Concilio, in una «Chiesa in uscita» che invita ad andare al largo, verso le periferie, là dove da sempre hanno stabilito la loro presenza privilegiata, con tutta la ricchezza dei loro carismi. È giunto il tempo di ripartire, di vivere il presente con nuova passione e di guardare al futuro con rinata speranza, nonostante le crisi e le difficoltà. Con l’amicizia e il sostegno dei lettori, su cui da sempre fa affidamento, la storica rivista Testimoni si propone di accompagnare questo cammino, mettendo al cuore del suo programma le note attese di papa Francesco, e di essere un piccolo efficace strumento per aiutare a leggere i segni dei tempi, a discernere ciò che oggi lo Spirito ci dice e a versare «vino nuovo in otri nuovi».

Chi siamo

Direttore responsabile
p. Lorenzo Prezzi scj Tel. 051.39.41.305

Co-direttore
p. Antonio Dall'Osto scj Tel. 051.39.41.316

Redazione
p. Marcello Matté scj
p. Enzo Brena scj
Mario Chiaro
sr. Anna Maria Gellini
sr. Francesca Balocco

Contatti

Per inoltrare le tue richieste alla redazione scrivi a:
testimoni@dehoniane.it

Ufficio abbonamenti
Via Scipione dal Ferro, 4
40138 Bologna BO
Tel. +39 051 3941255
Fax +39 051 3941299
ufficio.abbonamenti@dehoniane.it
telefonare dal lunedì al venerdì: dalle ore 9.00 alle ore 13.00

Credits

Centro editoriale dehoniano
via Scipione Dal Ferro 4 – 40138 Bologna
Tel. 051 3941255 Fax 051.3941299