Per la forza dello Spirito

Discorsi conciliari. A cura della Fondazione per le scienze religiose Giovanni XXIII. Prefazione di Giuseppe Ruggieri. Introduzione di Giuseppe Alberigo. Nuova edizione a cura di Saretta Marotta

Pubblicazione:  10 febbraio 2014
Edizione:  1
Pagine:  328
Peso:  384 (gr)
Collana:  H1 Lettere e scritti di pastori
Formato:  150x210x17 (mm)
Confezione:  Brossura
Prefazione di:  Giuseppe Ruggieri
Altri autori:  Introduzione di Giuseppe Alberigo
EAN:  9788810810057 9788810810057
€ 27,00 € 5,40
Sconto:  80%
Risparmi: € 21,60 ogni copia
Descrizione
Il volume raccoglie i discorsi che il cardinal Lercaro fece come moderatore al Concilio Vaticano II, dove aveva come segretario Giuseppe Dossetti.
Sommario
Sigle e abbreviazioni.  Prefazione (A. Melloni).  I. Introduzione. L’esperienza conciliare di un vescovo (G. Alberigo). 1. Singolarità dell’occasione conciliare.  2. La memoria sugli scopi del concilio (1959) e l’esclusione dalle commissioni preparatorie.  3. Il noviziato conciliare (1962).  4. Le responsabilità di ’moderatore’dell’assemblea (1963).  5. Il viaggio in medio oriente (1964).  6. La terza sessione conciliare (1964).  7. Verso la conclusione del Vaticano II (1965).  8. I nuclei del contributo di Lercaro al concilio.  9. Criteri di edizione.  II. Discorsi conciliari. Verso il concilio. Risposta alla consultazione antepreparatoria (10.X.1959).  1. Per una liturgia di comunione.  2. La povertà come condizione evangelica.  3. La chiesa tra il Cristo e la storia.  4. Concilio e Giovanni XXIII.  III. Appendice. Ministero e carisma diaconale (L.-J. Suenens: 8.X.1963).  Vescovi e chiesa universale nella tradizione romana (L. Bettazzi: 11.X.1963).  Responsabilità collegiale e riforma della curia romana (L. Rugambwa: 8.XI.1963).  Chiesa e mondo: incertezze e contraddizioni (G. Amici: 22.XI.1965).  IV. Indici. Luoghi biblici.  Schemi e decisioni conciliari.  Nomi.
Note sull'autore
Giacomo Lercaro (1891-1976) frequentò il seminario diocesano di Genova e proseguì la sua formazione presso il Pontificio Istituto Biblico. Presbitero dal 1914, svolse inizialmente la sua attività pastorale quale cappellano nell’esercito. Fu arcivescovo di Ravenna e vescovo di Cervia (1947-1952) poi arcivescovo di Bologna (1952-1968). Nel 1953 fu creato cardinale da Papa Pio XII. Partecipò ai due conclavi del 1958 e 1963 nonché al Concilio Vaticano II, di cui fu moderatore e membro di una delle commissioni preparatorie. Dal 1966 al 1968 fu presidente del Consiglio per la riforma liturgica, che proprio in quegli anni preparava una serie di importanti mutamenti liturgici, fra i quali il passaggio dalla messa in latino a quella nelle lingue nazionali. La Fondazione per le scienze religiose Giovanni XXIII è un’istituzione di ricerca che opera nell’ambito delle scienze religiose, con particolare riguardo al cristianesimo e alle religioni con cui esso è venuto a contatto. Approdo ultimo di un percorso iniziato nel 1953, la Fondazione prosegue l’attività di ricerca scientifica nel campo delle discipline storico-religiose iniziata da Giuseppe Dossetti (1913-1996) e sviluppata da Giuseppe Alberigo (1926-2007) – storico della Chiesa, dedicatosi particolarmente allo studio del Concilio Vaticano II – che ne è stato per quasi cinquant’anni l’anima e il segretario.