Le Terze tavole

La Shoah alla luce del Sinai. Prefazione di Maria Cristina Bartolomei

Pubblicazione:  26 aprile 2019
Edizione:  1
Pagine:  176
Peso:  254 (gr)
Collana:  P7 Conifere
Formato:  140x210
Confezione:  Brossura
Prefazione di:  Maria Cristina Bartolomei
EAN:  9788810560204 9788810560204
€ 16,50 € 14,03
Sconto:  15%
Risparmi: € 2,47 ogni copia
Descrizione
È possibile distruggere nuovamente le tavole della legge che Mosè ha riscritto sul monte Sinai? O mandare in frantumi l’alleanza tra il Creatore e il creato sancita con Noè dopo il diluvio? Le seconde tavole della legge divina sono state infrante dall’arroganza umana che nel cuore del XX secolo ha pianificato, organizzato ed eseguito sin nei dettagli lo sterminio del popolo ebraico, cifra di ogni odio verso l’altro in quanto diverso da noi, ma anche icona del rifiuto di quella visione morale del mondo che identifichiamo ancora con la rivelazione sinaitica.
Questo testo riassume le principali interpretazioni ebraiche – teologiche ed etiche, religiose e politiche – della Shoah: da Fackenheim alla Arendt, da Lévinas alla Hillesum, da Hartman a Wyschogrod, da Neher a De Benedetti, da Berkovits a Soloveitchik, da Weiss Halivni a Greenberg. Le «terze tavole» qui evocate sono il segno di un nuovo patto, di un nuovo impegno dell’umanità a rispettare l’immagine divina in ogni essere umano.
Sommario
Prefazione (M.C. Bartolomei).  I. « .......... ».  II. Sistole. La stella dell’irredenzione. Il Sinai alla luce della Shoah.  III. Diastole. L’alleanza rinnovata. La Shoah alla luce del Sinai.  IV. Na‘aśeh we-nišma‘. Le terze tavole.  Bibliografia.
Note sull'autore
Massimo Giuliani è docente di Pensiero ebraico nelle Università di Trento e di Urbino e di Filosofia ebraica nel Diploma dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane (Roma). Tra i suoi volumi: Il pensiero ebraico contemporaneo (Morcelliana 2003), La giustizia seguirai. Etica e halakhà nel pensiero rabbinico (Giuntina 2016) e La filosofia ebraica (Morcelliana 2017). Ha tradotto la Mesilat jesharim – Il sentiero dei giusti di Moshe Chajjim Luzzatto (XVIII secolo) e le Hilkhot de‘ot – Norme di vita morale di Maimonide (XII secolo).

Maria Cristina Bartolomei, è docente di Filosofia morale presso il Dipartimento di Filosofia dell’Università degli studi di Milano. Membro della direzione nazionale della rivista Filosofia e Teologia, fa parte del direttivo della SIFM (Società Italiana di Filosofia morale).