Vescovo e laico?

Una spiegazione per gli amici

Pubblicazione:  8 novembre 2010
Edizione:  1
Pagine:  112
Peso:  178 (gr)
Collana:  F5 Itinerari
Formato:  140x210x9 (mm)
Confezione:  Brossura
EAN:  9788810510988 9788810510988
Ultima ristampa:  6 giugno 2011
€ 9,80 € 8,33
Sconto:  15%
Risparmi: € 1,47 ogni copia
Descrizione
«Un cristiano, membro cioè di un mondo religioso che si appella al soprannaturale, vive da laico quando si muove nell’ambiente naturale; non rinuncia all’aspetto soprannaturale né lo ridimensiona, ma lo vede con gli occhi di chi prescinde dal soprannaturale, per poter interloquire con ogni essere umano, di qualsiasi religione e cultura, e far accogliere con attenzione e rispetto anche le sue proposte, che possono derivare da visuali di carattere soprannaturale ma vengono presentate appunto nella loro dimensione laica» (dal capitolo 4). Al di là del significato corrente del vocabolo, che è abitualmente quello di “ostile alla religione”, e anche del significato etimologico – dal greco laos, popolo di Dio – per mons. Bettazzi il termine “laico” acquisisce il senso pieno di “umano”. Proprio come Gesù, che essendo “vero Dio” ha voluto essere anche “vero uomo”, quale vescovo, col massimo impegno di evangelizzazione cristiana, egli sente di dover essere insieme “laico”, ovvero “pienamente umano”.
Sommario
Premessa.  1. La carità.  a. L’amore laico.  b. L’amore cristiano  2. La fede.  a. Il pensare laico.  b. Il pensare cristiano.   3. La speranza.  a. Le speranze laiche.  b. La speranza cristiana.  4. Laico, cristiano, vescovo.
Note sull'autore
LUIGI BETTAZZI (1923) è vescovo emerito di Ivrea. Laureato in teologia presso la Pontificia Università Gregoriana e in filosofia presso l’Università degli studi di Bologna, viene ordinato sacerdote nel 1945. Impegnato nei movimenti giovanili, è nominato assistente diocesano e vice-assistente nazionale degli universitari cattolici della FUCI. Nominato vescovo ausiliare di Bologna il 10.8.1963, viene trasferito a Ivrea il 26.11.1966. È stato presidente di Pax Christi Italia e presidente della Commissione Iustitia et pax della Conferenza episcopale italiana. Presso le EDB ha pubblicato La Chiesa oltre le rughe (2001) e Anticlericali e clericali. Dal Risorgimento italiano alla nonviolenza (2006).