Incantare le sirene

Chiesa, teologia e cultura in scena

Pubblicazione:  14 gennaio 2019
Edizione:  1
Pagine:  280
Peso:  390 (gr)
Collana:  B3 Nuovi saggi teologici
Formato:  140x210x17 (mm)
Confezione:  Brossura
EAN:  9788810412381 9788810412381
€ 21,00 € 17,85
Sconto:  15%
Risparmi: € 3,15 ogni copia
Descrizione

Se la vita credente fosse un teatro, lo scenario odierno sarebbe dominato dalla questione «culturale» (società multi e interculturali, antropologia «culturale», cultural studies), ma siamo sicuri di sapere di cosa parliamo quando diciamo «cultura»? Su questa scena, teologia e Chiesa non vagano come personaggi in cerca d’autore: Gaudium et spes offre loro indicazioni di ampio respiro e direttive precise per entrare adeguatamente nella parte di chi, di fronte alle sirene del mondo, vuole imitare Orfeo, il quale non si turò le orecchie, ma, come ha scritto papa Francesco, «fece qualcos'altro: intonò una melodia più bella, che incantò le sirene».


Sommario
Abbreviazioni.  Ouverture.  I. Allestire uno scenario: di cosa parliamo quando parliamo di cultura. 1. Gallagher: il bivio originario e sei gruppi di questioni.  2. Geertz: «simboli» e «textum».  3. Lonergan e il tentativo di dialogo teologia-scienze umane.  4. Williams e il soggetto di potere.  5. Bourdieu e il primato dell’«habitus»/«campo».  6. Tre elementi in più.  7. In sintesi.  II. Non siamo personaggi in cerca d’autore: rileggendo Gaudium et spes. 1. L’entrata nella parte.  2. Le indicazioni del regista.  3. In sintesi: snodi e non nodi.  III. Immaginare una sceneggiatura. 1. Esiste una cultura cristiana?  2. Ragionando per aree semantiche.  3. Un canovaccio esemplare: i sacramenti come pratica culturale.  4. Gli strumenti scenici I: una tabella dai Cultural Studies.  5. Gli strumenti scenici II: la comunità di pratica di Wenger.  6. In sintesi.  IV. Questioni da mettere in scena: la forma della Chiesa. 1. Prima tesi.  2. Seconda tesi.  3. Terza tesi.  4. Quarta tesi.  Sipario.  Ringraziamenti.  Bibliografia.
Note sull'autore
Stella Morra è professore di Teologia fondamentale alla Pontificia Università Gregoriana. È socia fondatrice del Coordinamento delle teologhe italiane. Con EDB ha pubblicato Dio non si stanca. La misericordia come forma ecclesiale (42016).

Marco Ronconi è insegnante di religione nel liceo Giulio Cesare di Roma. Ha conseguito il dottorato in Teologia alla Pontificia Università Gregoriana, dove attualmente collabora al «Centro Fede e Cultura Alberto Hurtado». È docente stabile di Teologia presso l’Istituto Teologico Leoniano di Anagni (FR).