La Diversità feconda

Un dialogo etico tra religioni nella città

Pubblicazione:  settembre 2021
Edizione:  1
Pagine:  180
Peso:  216 (gr)
Collana:  C5 Etica teologica oggi
Formato:  140x210
Confezione:  Brossura
EAN:  9788810406298 9788810406298
€ 16,00

non acquistabile
Descrizione
Riusciamo davvero a vivere assieme? La pluralità religiosa è una delle grandi caratteristiche della tarda modernità, ma non sempre è facile trovare parole per valorizzarne la ricchezza. Spesso prevalgono gli attriti, che ostacolano la convivenza e sfociano talvolta nella violenza.
Questo libro scommette su una prospettiva diversa – la stessa che anima l’enciclica Fratelli tutti di papa Francesco – ampiamente esplorata nell’introduzione e nei testi della prima parte. Scommette cioè sul fatto che al cuore delle religioni vi siano parole e risorse vitali, capaci di orientare alla convivenza nella pace, al riconoscimento del volto dell’altro, alla fraternità/sororità. Lo documentano i testi della parte centrale del volume, che danno la parola alle etiche delle diverse religioni, ascoltandone la diversità, grazie al contributo di testimoni o studiosi, per cogliere risonanze possibili e spazi per la convergenza e la collaborazione. Il percorso si completa con tre affondi conclusivi che esaminano nodi e potenzialità dell’incontro tra religioni in due ambiti eticamente critici: bioetica e cura della casa comune.
Il testo nasce dalla riflessione condotta dalla Fondazione Lanza di Padova (Centro Studi in Etica), in collaborazione con la Facoltà Teologica del Triveneto e la Formazione Socio-Politica della diocesi di Padova.
Sommario
Per una pluralità feconda: etica del con-vivere (S. Morandini).  I. ORIZZONTI. 1. Sentinelle di fraternità nella notte dei conflitti. Dopo Abu Dhabi (C. Monge).  2. Etica nella città plurale (P.D. Guenzi).  3. Religioni nella città: dalla disattenzione civile al dialogo municipale (E. Pace).  II. UNA SINFONIA DI VOCI. 4. «Pregare e operare tra gli uomini secondo giustizia». Una prospettiva protestante per la convivenza nell’Europa secolare e multi religiosa (W. Jourdan).  5. Il volto dell’altro (M. Camerini).  6. Una fratellanza per la conoscenza (Y. Zanolo).  7. Confucianesimo e taoismo: quali risorse per un’etica interculturale? (A. Crisma).  8. Per l’armonia, tra Occidente e Oriente (S. Hamsananda Ghiri).  9. «Le illusioni sono già illuminazione». La riflessione buddhista sul male e la salvezza (M. Raveri).  III. DECLINAZIONI: LO SPAZIO DELLE ETICHE APPLICATE. 10. Opportunità dialogiche. Questioni etiche, culture wars e religioni (L. Sandonà).  11. Per un’analisi critica della circoncisione rituale in ambito clinico (F. Marin).  12. Per la casa comune: in dialogo per la Terra (M. Mascia – S. Morandini).  Postfazione (P. Consorti).  Gli autori.
Note sull'autore
Simone Morandini insegna Teologia della creazione all’Istituto di Studi Ecumenici San Bernardino in Venezia, di cui è vicepreside, e alla Facoltà Teologica del Triveneto. Coordina il  Gruppo “Custodia del Creato” dell’Ufficio nazionale per i problemi sociali e il lavoro della Conferenza episcopale italiana. Tra le sue pubblicazioni recenti con EDB: Teologia dell’ecumenismo (2018), Cambiare rotta. Il futuro nell’Antropocene (2020), e, con Serena Noceti, Diventare teologi. Cammini aperti di uomini e di donne (2021).