Ai piedi del Sinai

Israele e la voce della Torah

Pubblicazione:  24 novembre 2014
Edizione:  1
Pagine:  224
Peso:  210 (gr)
Collana:  B17 Cristiani ed ebrei
Formato:  120x185x14 (mm)
Confezione:  Brossura
EAN:  9788810207093 9788810207093
€ 17,40 € 3,48
Sconto:  80%
Risparmi: € 13,92 ogni copia
Descrizione
Il popolo d’Israele nasce ai piedi del Sinai quando riceve da Dio la Torah, patto di nozze (ketubah) donato dal Signore e accolto nella libertà. Da quel momento, per comprendere l’ebraismo è necessario fare riferimento alla Legge, al popolo che la mette in pratica quotidianamente e alla terra d’Israele, unico luogo in cui tutti i precetti possono essere vissuti. A questa triade fondamentale è dedicata la prima parte del volume, mentre la seconda si sofferma sulle due dinamiche fondamentali della vita liturgica ebraica: la benedizione, che colloca il rapporto con il creato in una dimensione religiosa, e il memoriale, che attualizza la storia di salvezza rendendola presenza viva per ogni ebreo.
Sommario
Introduzione. «Dio ti benedica e ti guardi» (Nm 6,24).  I. La benedizione divina. «E Dio li benedisse» (Gen 1,28).  II. La benedizione umana. «Benedirò il Signore in ogni tempo» (Sal 34,2).  III. Il memoriale. «Ricordati che sei stato schiavo nel paese d’Egitto» (Dt 5,15).  Tôrah – popolo – terra nella tradizione ebraica.  La Tôrah: un dono divino nelle mani degli uomini.  Il popolo di Israele in costante ascolto della voce di Sinai.  Il rapporto del popolo di Israele con la terra promessa. 
Note sull'autore
Elena Lea Bartolini De Angeli insegna Giudaismo all’Università degli Studi di Milano-Bicocca e Giudaismo ed Ermeneutica ebraica all’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Milano. Tra le sue pubblicazioni: Come sono belli i passi…La danza nella tradizione ebraica (Àncora 2000); Danza ebraica o danza israeliana? La danza popolare nel farsi dell’identità del paese (Effatà 2012) e Per amore di Tzion. Gerusalemme nella tradizione ebraica (Effatà 2005). Carmine Di Sante ha insegnato all’Istituto Teologico di Assisi e dal 1980 al 2000 ha lavorato come teologo al Service International de Documentation Judéo-Chrétienne di Roma. Tra le sue pubblicazioni: Dio e i suoi volti. Per una teologia biblica (San Paolo 2014), Francesco e l’altissima povertà. Economia del dono e della giustizia (Messaggero di Sant’Antonio 2013), La passione di Gesù. Nonviolenza e perdono (San Paolo 2013) e Lo straniero nella Bibbia. Ospitalità e dono (San Paolo 2012).