Caritas in Veritate

Linee guida per la lettura a cura di Giorgio Campanini

Pubblicazione:  ottobre 2009
Edizione:  1
Pagine:  192
Peso:  144 (gr)
Collana:  G1 Oggi e domani
Formato:  110x185x11 (mm)
Confezione:  Brossura
EAN:  9788810140543 9788810140543
€ 7,50

non acquistabile
Descrizione
L’enciclica di Benedetto XVI Caritas in veritate – la più ampia in assoluto tra le encicliche sociali – certamente rappresenterà a lungo un punto di riferimento essenziale sia per gli studiosi di dottrina sociale sia per quanti si assumeranno il compito di tradurla, svilupparla, riprenderla in vista dell’auspicato «nuovo corso» della civiltà nella stagione della globalizzazione, dell’impetuoso sviluppo della tecnica, della difficile ricerca della pace e della giustizia fra i popoli. A motivo della complessità dei temi affrontati, il documento può risultare non a tutti di facile lettura. Vi si intrecciano riflessioni propriamente teologiche, analisi economiche, implicazioni di ordine politico, soprattutto di politica internazionale e non mancano cenni a questioni scottanti come la promozione della pace e la salvaguardia del creato. Le riflessioni di Campanini, che precedono il testo dell’enciclica, rappresentano una «guida», in vista della comprensione dei punti nodali del documento e una sollecitazione a una lettura personale e approfondita.
Sommario
Introduzione.  1. Caritas in veritate: la conclusione di un «trittico».  2. Un «nuovo statuto» della dottrina sociale della Chiesa?  3. La «questione antropologica».  4. Potenzialità e rischi della globalizzazione.  5. Le nuove frontiere dell’economia.  6. Il problema ecologico.  7. Aiuti allo sviluppo e giustizia internazionale.  Conclusione: la «riabilitazione» della politica.  Caritas in veritate. 
Note sull'autore
Giorgio Campanini, già professore di storia delle dottrine politiche all’Università di Parma, ha successivamente svolto una serie di corsi presso la Pontificia università lateranense e la Facoltà teologica di Lugano. È considerato fra i più qualificati studiosi del pensiero politico cattolico dell’Ottocento e del Novecento. Ha approfondito in particolare le tematiche etiche e il rapporto fra pensiero cristiano e modernità. È socio, dalla fondazione, dell’Associazione teologica italiana per lo studio della morale (ATISM) e collabora a varie riviste, tra cui la Rivista di teologia morale del Centro editoriale dehoniano. Delle sue pubblicazioni ricordiamo A. Rosmini e il problema dello Stato (1983) e, fra le più recenti, Politica e società in A. Rosmini (1997), La convivialità familiare (1999), Il pensiero politico di L. Sturzo (2001) e La fatica del cammello. Il cristiano fra ricchezza e povertà (2002). Per le EDB ha pubblicato: Il cristiano fedele alla terra. Contributi ad una «teologia del mondo» (1984), Personalismo e democrazia (1987), Don Primo Mazzolari fra religione e politica (1989), Il sacramento antico. Matrimonio e famiglia come “luogo teologico” (22000), Il laico nella Chiesa e nel mondo (1999, II ed. aggiornata e ampliata 2004), Le parole dell’etica. Il senso della vita quotidiana (2002), Dossetti politico (2004), Antonio Rosmini fra politica ed ecclesiologia (2006) e La dottrina sociale della Chiesa: le acquisizioni e le nuove sfide (22009); e ha curato: G. Fregni, L’amore di Dio nella casa degli uomini. Scritti di spiritualità familiare (2009).