In cerca di Dio

Il significato e il messaggio dei nomi eterni

Pubblicazione:  9 novembre 2009
Edizione:  1
Pagine:  336
Peso:  316 (gr)
Collana:  B8 Studi religiosi  sezione: Nuova serie
Formato:  122x202x20 (mm)
Confezione:  Brossura
Altri autori:  Tradotto da Donatella Lugli  -  Riveduto da Roberto Mela
EAN:  9788810417041 9788810417041
€ 39,50 € 7,90
Sconto:  80%
Risparmi: € 31,60 ogni copia
Descrizione
Quando si desidera conoscere una persona, la prima cosa che è indispensabile sapere è il suo nome. Così è anche per il Dio d’Israele: i suoi incontri con l’uomo sono avvenuti in tempi molto remoti e in situazioni assai diverse. E con il succedersi delle epoche, agli uomini è stato concesso il privilegio di discernere nuove caratteristiche nel volto dell’Altissimo: «Queste pietre miliari della storia della salvezza si sono distinte per il fatto che Dio ha rivelato se stesso sotto un nome nuovo». I nomi del Dio d’Israele nell’Antico Testamento costituiscono il principio organizzatore dell’analisi dell’autore. La trattazione esegetica dei nomi più rappresentativi gli consente d’indagare l’idea di Dio e le concezioni teologiche a essi sottostanti. I nomi divini sono infatti simboli, che parlano di Dio, ma con categorie che appartengono al mondo dell’esperienza umana: essi consentono di trasporre l’Ineffabile a un livello che può essere percepito dalle creature.
Sommario
Prefazione.  Prefazione all’edizione italiana.  1. I nomi divini: pietre miliari nella storia della salvezza.  2. Il Dio che dice «IO SONO»: l’enigma del nome YHWH.  3. Il Dio dei padri: le designazioni divine nei racconti dei patriarchi.  4. Un retroterra: divinità e miti in Canaan.  5. Il Dio vivente.  6. Il Signore come «re»: la divinità che combatte.  7. «Il Signore degli eserciti»: il Dio che regna.  8. Dio come «redentore», «salvatore», «creatore»: le designazioni divine usate dal Profeta della consolazione.  9. Giobbe e il suo Dio.  10. Riflessioni conclusive.  Glossario.  Bibliografia.  Indici.
Note sull'autore
Tryggve N. Mettinger (1940), professore da 25 anni di Studi sull’Antico Testamento presso l’Università di Lund in Svezia, è autore di numerosi volumi su argomenti biblici. È visiting professor in diversi istituti in Europa, Stati Uniti, Israele e Sudafrica. È membro dell’Accademia reale di Svezia di lettere, storia e antichità di Stoccolma. Nel 2008 ha ricevuto il premio Thuréus per le sue importanti ricerche in campo umanistico.